Organizzazione – Chi gestisce l’assegnazione degli organi2018-07-16T13:55:07+00:00

La Lombardia rappresenta la regione italiana con la maggiore complessità e concentrazione di attività inerenti i prelievi e trapianti di organi, tessuti e cellule. Vi sono quasi 100 strutture sanitarie attive nel procurement di organi e tessuti, 8 ospedali di trapianto organi, ed oltre 50 strutture che eseguono innesti di tessuti. A questi si aggiungono 9 banche dei tessuti/cellule, il Centro di Riferimento per i Trapianti (CIR-NIT) e l’Agenzia Regionale Emergenza Urgenza (AREU) che garantisce il trasporto h.24 delle équipe chirurgiche di prelievo, degli organi e tessuti prelevati e dei pazienti convocati per il trapianto.

In Lombardia tutti gli elementi che istituzionalmente concorrono al programma regionale di prelievo e trapianto sono parte del Sistema Regionale Trapianti.
Il Coordinamento Regionale Trapianti (CRT), istituito a fine 2015, ha il compito di supervisionare e sostenere armonicamente il lavoro di squadra che i diversi attori svolgono per il programma regionale e nazionale. Il CRT rappresenta un’interfaccia tra l’ambito clinico-operativo e la Direzione Generale Welfare.

Nel Sistema Regionale Trapianti sono comprese, attraverso la Commissione Tecnico-Scientifica, le Associazione quali AIDOANEDADMO e Fondazione Trapianti. Il CRT opera su mandato regionale presso il Policlinico di Milano (pad. Marangoni), in stretta sinergia con il CRR NITp (pad. Invernizzi), ma si muove negli ospedali lombardi per supportare lo sviluppo armonico del programma regionale.

RILEVANZA DEL CRT

  • Funzione regionale di Coordinamento e Indirizzo del Sistema Regionale Trapianti (DGR X/4281 del 2015).
  • Interfaccia strategica di raccordo tra la Direzione Generale Welfare e le strutture sanitarie lombarde coinvolte nel percorso donazione-trapianto.
  • Funge da supervisore della “filiera di produzione” di un bene sanitario destinato a tutti i soggetti che necessitano di un trapianto di organi, tessuti, cellule in Lombardia.
  • La collocazione presso la Fondazione Ospedale Maggiore Policlinico di Milano assicura la stretta sinergia con la centrale operativa del “NITp”.

RILEVANZA DEL SISTEMA REGIONALE TRAPIANTI

Sono quasi 150.000 i soggetti di cui si occupano attivamente i sanitari delle strutture lombarde di prelievo e trapianto, i Coordinatori Locali, le banche dei tessuti, AREU, il “NITp”:

  1. >10.000 soggetti trapiantati/anno, in attesa di trapianto e in follow up
  2. >38.000 soggetti deceduti/anno presso 196 strutture sanitarie, in quanto potenziali donatori di organi e tessuti
  3. >15.000 soggetti/anno sottoposti ad interventi di protesi d’anca, in quanto potenziali donatori viventi di tessuto muscolo-scheletrico
  4. >72.000 donatori di midollo osseo (in quanto cittadini iscritti nel Registro Regionale Lombardo)