EQUILIBRIO ALIMENTARE ED EQUILIBRIO MENTALE

Tratto da “Prevenzione Oggi” di novembre 2014

“Mens sana in corpore sano” dicevano gli antichi e avevano perfettamente ragione: la salute del corpo e della mente sono strettamente correlate, ne sono la dimostrazione le malattie psicosomatiche che sono manifestazioni di un disagio psichico. La salute del corpo, si perde più facilmente e/o non si apprezza senza la salute della mente.
Emozioni negative e mancanza di serenità influiscono oltre che sul benessere anche sul rapporto con il cibo e sulla scelta degli alimenti. Recuperare l’equilibrio emotivo e quello alimentare è più facile, se avviene con un percorso graduale di cambiamento nello stile di vita e nell’atteggiamento mentale.
Il cibo che cura
Il cibo può essere cura e può anche aiutare a cambiare la mente e recuperare il benessere e l’armonia.
Secondo i principi della dietetica cinese, giapponese e indiana, per stare bene bisogna consumare alimenti con diversi tipi di energie che, nell’insieme, armonizzino l’energia vitale.
Per le filosofie orientali, la stessa Energia che scorre in ogni essere vivente, governa l’universo, questa forza vitale, in Giappone viene chiamata Ki, in Cina Chi o Qi e in India Prana. Anche per la medicina tibetana l’Energia è all’origine di tutte le cose e una dieta corretta è fondamentale per ripristinare l’equilibrio energetico perduto e allontanare le malattie.
La dietetica occidentale riconosce che gli alimenti forniscono energia indispensabile al corpo umano ma non riconosce al cibo proprietà metafisiche e non crede che gli alimenti possano agire sulle forze che costituiscono l’energia dell’universo. La dietetica occidentale si basa sull’evidenza delle prove scientifiche e si basa sulle proprietà nutrizionali degli alimenti ma in una cosa è fondamentalmente d’accordo con le medicine orientali: la dieta giusta è fondamentale per la prevenzione e la cura di moltissime malattie.

Un programma alimentare deve essere adatto alle esigenze di ognuno, vario e che permetta di sentirsi bene nel corpo e nello spirito.
Non basta limitare o eliminare dalla dieta la carne e i salumi per mangiare sano. Molti prodotti alimentari senza ingredienti animali contengono comunque additivi e non tutti i grassi vegetali sono salutari come l’olio di oliva extravergine.

Tra i grassi vegetali ci sono anche l’olio di palma e cocco, ricchi di grassi saturi e ci sono anche i grassi trans, colpevoli, come i saturi di aumentare il rischio cardiovascolare.
I monaci buddisti mangiano alimenti naturali, non prodotti dell’industria pieni di additivi, impariamo a farlo anche noi e/o impariamo a leggere le etichette.

Cristina Grande

EQUILIBRIO ALIMENTARE ED EQUILIBRIO MENTALE: La dieta del monaco buddista
Leggi tutto l’articolo sul sito web di “Prevenzione oggi”
2018-10-16T09:42:10+00:00