LE MIOCARDITI

Tratto da “Prevenzione Oggi” di luglio 2013

La morte del calciatore Morosini durante una partita di campionato ha destato molta emozione sia nell’ambiente del calcio che nella popolazione in generale data la giovane età dello sportivo.

Il rilievo autoptico, obbligatorio per legge in tali frangenti, ha evidenziato a carico di una porzione di miocardio del ventricolo sinistro la presenza di una zona cicatriziale, molto probabilmente un esito di un processo miocardico pregresso che ha rappresentato una spina irritativa favorente l’insorgere di aritmie gravi e fatali, cause ultime della morte improvvisa in molte patologie miocardiche.
Questo doloroso episodio ha reso di attualità il problema delle miocarditi e delle probabili conseguenze, anche a guarigione avvenuta, del processo flogistico miocardico.
Le miocarditi sono definite come processi infiammatori che colpiscono il miocardio. Dati autoptici hanno osservato che in caso di morte improvvisa in età giovanile, le miocarditi ne sono responsabili dal 8. 6% al 12% dei casi

Quando possibile è molto utile porre anche solo il sospetto di miocardite in occasione di banali forme “simil-influenzali” che causano disturbi generali respiratori e cardiologici insoliti: ciò permette di praticare prontamente i più opportuni controlli clinici, strumentali e di laboratorio. La diagnosi precoce ed una terapia adeguata e specifica prescritta precocemente giova certamente ad evitare la cronicizzazione della malattia e una guarigione pronta senza sequele.

Dott. Gaetano Bianchi

Le miocarditi - Cultura AIDO Lombardia
Leggi tutto l’articolo sul sito web di “Prevenzione oggi”
2018-10-15T17:39:22+00:00